speciale resine
In questa pagina presento oggetti fatti o decorati con resine poliuretaniche o epossidiche bicomponenti di tipo morbido o rigido-vitreo. Le resine sono materiali plastici estremamente resistenti e durevoli nel tempo, in particolar modo le poliuretaniche che uso sono iningiallenti ed adatte anche in esterno.
Home page Home page Home page Home page
Queste sculture sono dipinte con colori acrilici di mia produzione e ricoperte con resina poliuretanica, che dona durata e le rende impermeabili.
Lanterna decorata con filo di ferro modellato e dipinto con polvere di bronzo in resina epossidica. Secondo passaggio con resina epossidica nera.
Pick up decorato con colori acrilici e finitura in resina poliuretanica.
Tavolo dipinto con colori acrilici ed in seguito ricoperto in resina epossidica.
Camper dipinto con resina poliuretanica
< In queste immaginisi vede il camper prima dell’intervento. Le plastiche sono state aggiustate con resina epossidica e tessuto di vetro, dopo preliminare prova di ancoraggio. Anche il finestrino aggiustato con vetroresina epossidica e finito con resina poliuretanica.
Lavoro finito
< Dipinto muso e paraurti posteriore con resina poliuretanica Uretan RE ditta Cores Resine.
Mobile bagno dipinto con polveri e pigmenti colorati in resina acrilica. finitura in resina poliuretanica.
La fase d’opera richiede la carteggiatura delle superfici, plastiche lignee o metalliche, poi un fondo scuro ed in seguito la decorazione con pigmenti in polvere.
<
in questa immagine si vedono le due porte, a destra prima della resinatura a sinistra finita.
Rubinetto bagno rimodellato con resina epossidica
Dopo la carteggiatura del rubinetto ho dato un fondo di resina epossidica contenente polvere di rame,incollato fili di ferro, ai quali ho attorcigliato filo di vetro che in seguito ho resinato.
Con resina poliuretanica e granella di vetro ho fatto le pinne.
La densità delle resina è gestita con aggiunta di silice colloidale.
Decorazione doccia con colla da piastrelle colorata, grassello di calce,finitura in resina poliuretanica bicomponente.
<Nella prima fase ho carteggiato con macchina elettrica le piastrelle «graffiando» la superficie,poi applicato un aggrappante In seguito ho dato un’altra mano di fondo per creare un fondo scuro. A questo punto con colla da piastrelle colorata con pigmenti in polvere ho dato a pennello delle pennellate a rilievo un pò a caso. una volta asciugato ho carteggiato i rilievi troppo sporgenti sulla superficie.
Come terza fase ho dato a frattazzo grassello di calce addizionato a resina acrilica Nippolin e cemento bianco in una sola mano.
Come ultima fase ho rullato resina poliuretanica bicomponente, tre mani intervallate dal tempo di un’ora l’una dall’altra. La resina penetra nel composto poroso facendo «uscire» le venature sottostanti, creando sfumature naturali.
<
A lato, particolari del telaio vetri doccia, dipinto con resina epossidica, alla quale ho aggiunto polvere di alluminio e sfere di vetro piene per satinare e camuffare i graffi e bruttu re della superficie.
Decorazione simil-materica con resina epossidica, su sagome già esistenti.
Mascherine veneziane in ceramica, con lineamenti femminili da appendere, trasformate in lampade per comodino, con lineamenti «lui e lei». Materiali; impasti di cartapesta e finitura in resina poliuretanica bi-componente.